Prato innovativa :
In cantiere

Raddoppio Viale L. Da Vinci

raddoppio viale l. da vinci prato

Un’arteria fondamentale per i flussi di traffico e la vita della città

Il viale Leonardo da Vinci è una delle arterie principali della viabilità della città di Prato, dato che attraversa da est ad ovest il territorio comunale. Il viale è conosciuto tra i pratesi con il nome di “Declassata” e fu realizzato negli anni Trenta dello scorso secolo con funzione di autostrada Firenze-Mare. Successivamente, dato l’intenso traffico nel viale, venne realizzata una nuova autostrada (l’A11), e il viale Leonardo da Vinci divenne una strada provinciale. Con lo sviluppo urbano di Prato e la conseguente crescita della motorizzazione privata, la capacità di ricezione del traffico è divenuta insufficiente. Per questo motivo, negli anni è stato necessario realizzare il raddoppio di gran parte di questo tratto stradale e la sostituzione degli incroci con sottopassi. Attualmente quasi tutto il viale Leonardo da Vinci è a doppia corsia ad esclusione del tratto compreso tra via Marx e via Nenni, ovvero della parte tangente al centro della città.

La Declassata rappresenta oggi un’arteria fondamentale per i flussi di traffico e per la vita stessa della città, svolgendo un ruolo di collegamento est-ovest. A seguito delle espansioni urbane sviluppate all’esterno del centro storico, il viale taglia e separa fisicamente la città, svolgendo funzioni di gronda per la città e contemporaneamente assume un ruolo di connessione tra i "nodi" con funzioni di livello territoriale. Negli ultimi decenni, con la crescita urbanistica della città di Prato, è emerso il problema del formarsi di notevoli rallentamenti nel traffico dovuti all’effetto “imbuto” nel passare da una sezione con due corsie per senso di marcia ad una sola corsia, provocato dal mancato raddoppio di un tratto così strategico.

raddoppio viale l. da vinci prato
raddoppio viale l. da vinci prato

Per questo motivo il Comune di Prato ha pensato al completamento del raddoppio delle carreggiate, che può rappresentare un presupposto per lo sviluppo della città, al bisogno di una valida alternativa per il tratto autostradale e un ottimo asse di collegamento con l’interporto dell’Italia Centrale situato a Prato (località Gonfienti), necessario all’industria ed al commercio di un’ampia zona industriale.
Il problema progettuale di come realizzare il raddoppio stradale (in interrato o tramite un cavalcavia) è stato affrontato in più tempi e in molteplici modi, suscitando un grande dibattito pubblico con cittadini, associazioni, comitati e professionisti favorevoli a l’una o l’altra delle due soluzioni. Nel Luglio del 2014 l’Amministrazione Comunale ha deciso di procedere con la realizzazione di un sottopasso.

Potrebbe interessarti anche:

Come arrivare a prato

Come arrivare a PratoFacilmente raggiungibile

Vai alla Pagina


DISTRETTO TESSILEPrato, il più grande centro tessile in Europa

Vai alla Pagina


muoversi in bicicletta a prato

Muoversi in biciclettaSpostarsi in città in modo ecologico ed economico

Vai alla Pagina


muoversi in auto a prato

Muoversi in auto Parcheggi , ZTL, Taxi, Carsharing

Vai alla Pagina